Razza: Elfi

STORIA
La razza degli Elfi anticamente, prima della guerra tra gli dei, fu generata dalla Dea Shilen, figlia di Einhasad, che instillò lo spirito delle acque nella forma creata dalla Madre, divinità della creazione. Tuttavia dopo l’esilio di Shilen e successivamente a causa dei suoi piani vendicativi, fu Eva a padroneggiare le acque ed ad essere venerata dagli Elfi come loro Dea. La natura degli Elfi è strettamente correlata all’Albero della Vita, di cui sono custodi e che conservano a pochi passi dal loro villaggio. Attribuiscono una sacralità senziente all’Albero che vedono come una sorta di mediazione tra loro ed il divino. Rispecchia la loro essenza tanto che, lungo la storia dei conflitti con gli Elfi Oscuri e soprattutto con il crescere dell’influenza negativa di Shilen, negli ultimi tempi pare deperire lentamente.

NASCITA E SVILUPPO
Popolo antico, gli Elfi sono creature nobili, che vivono in totale armonia con la bellezza del creato e l’essenza profonda della Natura, della quale ne preservano preziosamente l’equilibrio e della quale Fin dalla loro esistenza si sono rivelati un popolo sapiente e saggio, sono infatti grandi studiosi e eruditi conoscitori. La ricerca della sapere, lo studio della magia arcana, l’addestramento e la custodia della loro saggezza attraverso leggendarie biblioteche sono ciò che caratterizza il loro modo di vivere . Il ritmo della loro vita è scandita da una ricorrente ritualismo che manifesta la grazia e l’eleganza di questa razza.

ASPETTO FISICO
Fisicamente sono figure eteree, molto longeve, raggiungendo anche i mille anni d’età. Sono dotate di particolare eleganza e grazia innata rispetto alle altre razze da cui sono visti come esseri dotati di straordinaria bellezza. Hanno lineamenti molto spesso androgini, pelle diafana ed il colore dei capelli varia tra diverse tonalità chiare tra cui il biondo, l’argenteo, l’azzurro, il rosa, ed il bianco mentre quella degli occhi comprende colori come il blu, l’azzurro, il grigio, il verde, talvolta castano. Hanno un altezza che varia da 165cm a 190cm, una corporatura slanciata, snella ed esile, ben strutturata grazie alla loro predisposizione per la vita anche nell’ambiente selvatico.

TRATTI PSICOLOGICI
Grazie alla loro lungimiranza, essendo fin dagli albori grandi conoscitori sapienti delle arti arcane e dell’energia naturale, sono ricchi di saggezza ed hanno una grande capacità di astrazione, che li porta a mantenersi al di sopra di tutto ciò che li circonda e ad essere distaccati rispetto alle altre razze, le quali, non raramente, li giudicano erroneamente indifferenti e disinteressati. Anche con i membri della loro comunità tendono a mantenere rapporti molto equilibrati, soprattutto per quanto riguarda il contatto fisico al quale attribuiscono grande importanza e, per questo, lo manifestano solo quando vi è grande confidenza. Danno grande valore all’anzianità in quanto viene reputata fonte di saggezza, dunque la parola di un Elfo più anziano sarà sempre accolta e valutata con grande rispetto. Sono molto riflessivi in ogni situazione dove privilegiano il dialogo e il mantenimento della pace, pur rispettando i propri valori e la propria morale, incarnando lealtà e rispetto verso ogni forma di vita, ma senza esitare a difendere il proprio popolo e a portare luce nella tenebra essendo naturalmente contrari a ogni forma di male e di disequilibrio. Rispetto alle altre razze, essendo così longevi e custodi della sapienza nonché in piena armonia con il creato, si reputano di gran lunga superiori, ritenendo di pari origine i fratelli Oscuri, i quali tuttavia sono considerati persi nell’oscurità che li domina.

ALIMENTAZIONE
L’alimentazione degli Elfi spazia per ciò che la natura ha loro da offrire, prediligendo frutta e verdura rispetto alla carne. Più raramente si cibano di prodotti industriali, a meno che non siano di loro fattura.

RELIGIONE
La Dea venerata dagli Elfi è Eva, Dea della vita, del creato che incarna tutto ciò in cui crede il popolo elfico: valori quali bellezza, nobiltà di spirito, luce, vita e rinascita. Dominando le acque gli Elfi che intraprenderanno la via arcana avranno una particolare predisposizione a dominare questo elemento, tuttavia Ella è legata anche alle arti come la musica e la poesia. Sacerdoti e Templari sono nella società elfica considerati i tramiti più vicini alla Dea.

SOCIETA
Hanno un alto senso di fratellanza ed altruismo, il benessere del proprio popolo ha la priorità assoluta su tutte le altre cose. Non sono soliti manifestare esplicitamente le proprie emozioni, elevando il proprio spirito sopra ogni influenza, tuttavia essendo naturalmente inclini a sentimenti nobili ed amorevoli esistono i matrimoni e le famiglie.

VOCABOLARIO

  • Aiya: salve.
  • Namàrie: addio.
  • Lenéme: con permesso.
  • Toron/Toronin:: fratello/ fratelli
  • Seler/Selerin: sorella/sorelle
  • Tareldar: alti elfi.
  • Elda/Eldar: elfo/elfi.
  • Moriquendi: Elfi oscuri.
  • Dil: amico.
  • Aldar: albero.
  • Amil: madre
  • Nano/nani: Casar/Casari
  • Orco/orchi: orco, orqui.
  • Atan/atani: umano/umani.
  • No: nay.
  • Si: ay.