LE DIVINITÀ
EVA

Figlia più giovane di Einhasad e di Gran Kain, inizialmente le fu associato il dominio delle arti musicali e poetiche, per le quali, ancora oggi, è invocata. Dopo l’esilio di Shilen, fu lei a diventare la Signora delle Acque, diventando la Dea riconosciuta degli Elfi chiari, divinità positiva ed associata all’energia vitale e all’armonia della natura, oltre che a virtù ed a nobili principi quali l’amore, l’altruismo, la pazienza e la bellezza; in ambito mistico alla chiaroveggenza ed al profetismo. Rispecchia, per i suoi devoti, la purezza dell’acqua, ma anche la forza e l’impeto racchiuse in questo elemento. Viene spesso nominata come “la Signora dei Mari” e “la Dea delle Acque e della Meditazione”.

SHILEN

Figlia più anziana di Einhasad e di Gran Kain, creatrice della razza degli Elfi, inizialmente dominatrice delle acque poi, dopo il suo esilio, Regina degli Inferi e Signora dei Draghi. Dea riconosciuta dagli Elfi Oscuri in quanto autrice ed abitante della tenebra alla quale sono stati condannati dopo la maledizione. Divinità negativa ed associata al lato più oscuro della natura, come lo è la notte, la luna ed il silenzio che la governano, la morte; ed anche a principi come il rigore, la forza, il dominio ed il dolore; in ambito mistico è legata al ritualismo ed al sacrificio. Rispecchia, per i suoi devoti, la purezza della stirpe ed il potere destinato al predominio. Viene spesso nominata come “la Madre Oscura” e “la Dea dell’Abisso”.

EINHASAD

Moglie di Gran Kain, Dea della creazione e Madre degli dei, venerata dal popolo umano. Divinità positiva, nell’antica storia ha sempre assunto il ruolo di grande combattente e per questo è associata a princìpi e valori come la giustizia, la vittoria, la determinazione, la difesa dei più deboli; in ambito mistico è legata alla benedizione. Rappresenta, per i suoi devoti, la luce che rischiara e combatte le tenebre ed ogni forma di malvagità, è dunque guida e speranza per i suoi alleati, ma anche furiosa e temuta avversaria per i suoi nemici. Viene spesso nominata come “la Madre della Vita” e “la Dea della Creazione”.

GRAN KAIN

Marito di Einhasad, Dio della distruzione e Padre degli dei, venerato dagli uomini. Nella storia della genesi si è sempre rivelato un dio libertino e disinibito; fu lui, nonostante non abbia mai avuto poteri creativi, a dar vita alla razza umana instillando nelle creature della propria immagine ciò che restava dello spirito dell’acqua, del fuoco, della terra e del vento. Divinità negativa, temuta per il Martello della Disperazione, l’arma da lui solo posseduta con grande potere distruttivo. E’ associato ad ogni impulso ed inclinazione di natura umana come l’irrazionalità, la lussuria, il caos, la trasgressione, l’ambizione; in ambito mistico è legato alla divinazione. Viene spesso nominato come “il Signore del Caos” e “il Dio della Distruzione”.

MAPHR

Figlia secondogenita di Einhasad e di Gran Kain, dominatrice delle Terre emerse e creatrice della razza dei nani. Divinità neutrale, viene venerata dai suoi devoti come Colei che abita le Spine Mountains e che dona perpetuamente ai suoi figli la roccia, i metalli e le leghe, ispirandoli nell’arte della fabbricazione e della forgiatura. Protettrice degli artigiani, è associata alla laboriosità, al pragmatismo e alle scienze matematiche, ed è inoltre ossequiata come Dea combattente tanto che, secondo alcune leggende ormai dimenticate, fu proprio lei a forgiare per suo padre il Martello della Disperazione. In ambito mistico è legata alla fortuna, intesa come auspicio per la riuscita ed il buon esito dei lavori. Viene spesso nominata come “la Grande Maestra” e la “Dea dei Costruttori” .

PAAGRIO

Figlio di di Einhasad e di Gran Kain, creatore degli orchi, una razza che in forza e possenza erano superati soltanto dai giganti. Divinità negativa, maestro ed esperto dell’arte bellica, venerato come la guida suprema delle armate composte dalle orde dei suoi figli, dal quale traggano la fiamma ardente che dà loro furia, impeto e potenza in battaglia. E’ associato ad ogni forma di energia dalla quale scaturiscono furia indomabile, fervente volontà e vigore spirituale; in ambito mistico è legato allo sciamanesimo e allo spiritismo. Viene spesso nominato come il “Signore della Guerra” e “il Dio del Fuoco”.

NORNIL

L’intelligenza artificiale creata con la mente del gigante Ellorn, è il sistema che ha generato i kamael e si occupa delle diverse funzioni dell’ isola. Viene venerata dai kamael come la loro divinità, che chiamano “madre o padre” e riconoscono come una vera e propria creatura divina (non spiegando mai la loro tecnologia ai membri delle altre razze trattano Nornil come una qualsiasi divinità). Comunica il suo volere a Kekropus ed agli erarchi, cosi che questi possano meglio guidare il popolo verso il migliore futuro possibile. Assieme a lei tre sistemi minori, conosciuti come “le tre dee”, legate al passato, presente e futuro. Preservano, registrano e pronosticano il futuro della razza, comunicandolo a Nornil stessa.

ETERE

L’etere è un’ energia presente sul mondo dai tempi piu antichi, tutto ciò che è che non sia stato generato dalle divinità (quindi anche il mondo, e la maggiorparte delle specie che lo abitano) è stato generato da esso. È un’ entità di natura neutrale che si presenta in un’ infinita di forme e dimensioni, adattandosi alla situazione nella quale vuole presentarsi. Si interessa all’ equilibrio del mondo ed alla sua preservazione ed alla lotta contro tutti quelli che lo vogliono manipolare o distruggere. Membri di tutte le razze possono venerare l’etere e ricevere da esso potere, i suoi fedeli sono tuttavia molto poco numerosi, sono visti dagli altri come rilassati pacifisti o genti dagli interessi anomali, per quanto spesso e volentieri non lo siano. Fanno eccezione solo i kamael, i quali nell‘ etere vedono un’ energia da rispettare, ma mai una divinità in grado di rivaleggiare con la loro.